Annali di Storia delle Università italiane - Volume 6 (2002)

Fonti

Maria Luisa Accorsi
CATALOGO DEI LAUREATI NEL COLLEGIO-UNIVERSITÀ NOLFI DI FANO (1730-1824)

 

Tra le università che operarono nel corso dell'età moderna nello Stato della Chiesa, quella di Fano è certamente la meno nota: non è infrequente che essa sia del tutto trascurata anche nella letteratura storiografica recente e non sia neppure annoverata nelle cronologie universitarie.

Quella di Fano costituisce quindi il caso di un'università di cui non sono stati ben definiti né l'identità né lo sviluppo storico e la cui presenza risulta soffocata dagli altri Atenei che operarono contemporaneamente nel territorio marchigiano, noto per l'alta concentrazione di centri di studio, moltiplicatisi rapidamente nel corso dell'antico regime1.

Non è questa peraltro la sede per ricostruire la storia di questa università che operò per 94 anni, dal 1730 al 18242, e mi limiterò quindi a ripercorrere le tappe principali di questa storia allo scopo di affiancare al repertorio dei laureati alcune informazioni essenziali per contestualizzare l'attività accademica che fece capo a quell'istituto.

Nel 1627 Guido Nolfi, alto funzionario della Dataria pontificia originario di Fano, espresse nel proprio testamento la volontà di dar vita ad un Collegio da erigere nella sua casa di Fano allo scopo di favorire gli studi superiori "di dodici giovani di tutta la città, di età di non meno di diciassette anni e non più di diciannove anni"3. L'attuazione del progetto si protrasse per circa 50 anni per ostacoli di varia natura e solo la fermezza del vescovo Angelo Ranuzzi riuscì a superare le ultime difficoltà e il 28 giugno 1680 il Collegio Nolfi fu ufficialmente aperto. La direzione del Collegio era affidata a tre superiori, il vescovo, il prevosto dell'Oratorio di san Filippo Neri e il decano dei dottori del Consiglio cittadino che avevano il compito non solo di stabilire le direttive per la gestione del nuovo istituto ma di provvedere anche alla scelta e alla nomina dei lettori che dovevano addestrare gli alunni ospitati nelle stesse discipline insegnate in uno Studio pubblico. L'obiettivo principale del Collegio era quello di dar vita ad una struttura didattica che consentisse ai giovani di Fano di non allontanarsi dalla propria città se non per la sanzione finale del curriculum, cioè per l'ottenimento dei gradi accademici per i quali essi avrebbero dovuto far ricorso ad uno Studio generale.

Il primo incremento del Collegio Nolfi si registra nel 1714, con l'allargamento dell'ospitalità anche a convittori paganti, un passaggio che segnala il credito riscosso dal nuovo istituto e dalla formula adottata per assicurare ai propri ospiti regolari corsi di studi, una soluzione non certo frequente nelle città italiane se si eccettuano i collegi d'educazione diretti da religiosi. Il passaggio da semplice collegio ad università collegiata maturò il 25 febbraio 1729 con il breve di Benedetto XIII che conferì al Collegio Nolfi gli stessi privilegi riconosciuti ad uno Studio generale, accordando:

di poter liberamente in detto Collegio di Fano, precedente il consueto esame da farsi coll'assistenza di persone abili e capaci da eleggersi da detti Protettori ed Amministratori e con la distinzione de' punti, ed altre formalità e solennità solite praticatesi in altri Collegi ed Università che godono simil Privilegio e Facoltà, creare, promuovere, e solennemente ordinare e dichiarare Dottori tutti quei studenti di qualunque nazione che ivi concorreranno per essere dottorati, tanto in Legge civile e canonica, quanto in Teologia, Filosofia, Medicina ed altre Scienze che in detto esame saranno riconosciuti ed approvati degni ed idonei e di spedirgliene e concederne il solito e dovuto Privilegio. Ordinando, siccome Noi ordiniamo e decretiamo che tutti quelli che saranno stati approvati e dottorati in detto Collegio s'abbiano e reputino validamente e legittimamente creati e che come tali liberamente godere tutti quei Privilegi, Insegne, Grazie, Favori ed Indulti che godono e possono godere tutti gli altri Dottori approvati e creati in Collegi ed Università di Bologna, Padova, Macerata e di qualunque altri Studio generale d'Italia, ed in questa forma in esecuzione del presente nostro Chirografo ne pronunciarete Decreto concederete in nome Nostro opportune Facoltà e farete tutt'altro che per adempimento, e perpetua sussistenza di questa di questa Nostra Grazia stimarete in qualunque modo esser necessario per essere così volontà Nostra precisa ed espressa4.

Il 2 giugno 1741 un chirografo di Benedetto XIV confermava il privilegio accordato dal predecessore al quale si affiancò il 23 giugno 1731 quello concesso dall'imperatore Carlo VI che, convalidando i titoli accademici conferiti dal Collegio Università Nolfi per i territori imperiali, ratificava e corroborava la precedente disposizione pontificia:

Re proinde ex certa Nostra Scientia, animo bene deliberato, hac Sano accedente Consilio deque, Cosareae Nostrae potestatis, et authoritatis Imperialis plenitudine Soepefatum Collegium Studiorum Fani fundatum, vulgo Nolfinum nuncupatum, quoad Professionem Artium Liberalium nec non Philosophiae, Medicinae, Iurisprudentiae, et Theologiae omni meliore forma, via, et modo approbamus, ratificamus, et confirmamus, et jura Gymnasii Academici seu Universitatis Eidem concedimus, illudque una cum personis ibidem in praesentiarum, vel deinceps omni posthac tempore regentibus, profitentibus, et studentibus omnibus Privilegiis, Immunitatibus, Libertatibus, Honoribus, Praerogativis, Exemptionibus et Gratiis, quibus aliae in Italia, vel ubivis terrarum Universitates, Gymnasia, et Collegia Academica, eorumque membra utuntur, fruuntur, potiuntur, et gaudent, donamus, insignimus, et exornamus5.

Il diploma imperiale riconosceva poi ai neo-dottori del nuovo Studio gli stessi onori, dignità, immunità concessi ai graduati delle altre università italiane, spagnole, francesi o tedesche.

Il mutamento intervenuto comportò alcune immediate conseguenze fra le quali va segnalata la creazione di quei collegi dottorali cui era demandato il compito di verificare l'idoneità degli aspiranti dottori, cioè il Collegio di legge civile e canonica, quello per filosofia e teologia e il Collegio medico6. Furono inoltre stabilite le procedure per l'esame di laurea e il cerimoniale di conferimento del titolo accademico7. Il 6 luglio 1730 fu conferita la prima laurea ad un alunno del Collegio Nolfi: si avviava in tal modo un'attività accademica che avrebbe operato fino al 1824, con alcune interruzioni nell'età francese, di modeste proporzioni se confrontata con quella degli altri Studi marchigiani e riferita ad un bacino d'utenza territorialmente circoscritto. In 94 anni i laureati furono 368 con un andamento abbastanza omogeneo e contenuto nel primo periodo, 3-4 laureati l'anno, che passano a una decina dopo la ripresa delle attività accademiche successiva alla restaurazione del potere pontificio e fino all'esclusione dello Studio di Fano dal sistema universitario varato con la riforma di Leone XIII.

La pubblicazione dei 368 laureati del Collegio-Università di Fano vuole contribuire a completare un quadro dei laureati marchigiani che si sta progressivamente componendo, per effetto di una ripresa degli studi che lascia oramai pochi spazi ancora inesplorati8.

 

Catalogo dei laureati9

Il codice che conserva le verbalizzazioni delle lauree è conservato nella busta 31 della serie Beneficenza Nolfi, appartenente all'Archivio comunale di Fano, depositato presso la sezione di Fano dell'Archivio di Stato di Pesaro-Urbino. Si tratta di un volume miscellaneo che raccoglie gli atti fondamentali dell'attività accademica del Collegio-Università Nolfi: Congregazioni spettanti al dottorato nel Nobile Collegio Nolfi della Città di Fano e registro de Laureati, Ordine e Costituzioni da osservarsi. Alle c. 1-2 è registrata la Costituzione dei Collegi dottorali, alle c. 2v-3v il Rituale da osservarsi nel dare la laurea, alla c.4v la Nota delle spese da farsi dai laureandi. Seguono - proseguendo fino a c. 127 - le registrazioni degli atti di laurea: presentazione del candidato, assegnazione del promotore e dei puncta, esame e conferimento del titolo accademico. L'insieme di questi atti occupava di norma due giorni. Generalmente gli atti sono registrati in successione cronologica, anche se non mancano verbalizzazioni tardive e registrazioni parziali, prive cioè di alcuni elementi (indicazione dei puncta, data, luogo di origine del candidato, ecc.). Nello stesso codice, in carte non numerate, sono poi contenuti numerosi elenchi dei dottori aggregati ai Collegi in tempi successivi e un indice dei nomi dei laureati, interrotto però verso il 1750. La registrazione degli atti di laurea era affidata al notaio pro-tempore10 che, solo in un secondo tempo, redigeva il diploma vero e proprio da consegnare al neo dottore11.

Nella redazione del presente Catalogo sono confluiti nella schedatura gli elementi essenziali, omettendo quelli ripetitivi che figurano nelle verbalizzazioni (es. la trascrizione dei puncta assegnati o l'indicazione dei promotori) e che hanno un valore marginale ai fini della ricostruzione del corpus dei laureati delle università marchigiane di cui questo catalogo costituisce un piccolo tassello.

La serie delle schede rispetta sempre una precisa sequenza delle informazioni, come illustrato nell'esempio sottostante:

tabella

 

  1. numero d'ordine della sequenza delle diverse schede;
  2. data della registrazione dell'atto;
  3. titoli e attributi che precedono il nome del laureato: sono stati indicati in forma abbreviata (v. legenda);
  4. nome, è stata rispettata la grafia dell'originale;
  5. cognome: è stato trascritto rispettando la forma quale appare nel documento, indicando fra parentesi le eventuali varianti che compaiono nell'atto;
  6. luogo di provenienza del laureato: salvo precisazione della provincia corrispondente, le località debbono intendersi sempre del territorio marchigiano; quando il luogo di provenienza è desunto da altri atti, viene posto fra parentesi;
  7. laurea: la disciplina in cui è stata conseguita la laurea è stata indicata con una sigla (v. legenda); alcune schede sono prive di tale indicazione poiché l'atto è stato redatto al momento dell'assegnazione dei puncta e non successivamente alla laurea, come avveniva di consueto, o per una imperfetta redazione del medesimo;
  8. annotazioni: sono qui inserite tutte le informazioni ricavate dall'atto o per alcune personalità più note indicazioni sugli incarichi ricoperti dopo la laurea;
  9. collocazione archivistica dell'atto di laurea: è stato indicata la carta corrispondente all'atto

 

Legenda

  • ab. = abate
  • arcidiac. = arcidiacono
  • c. = carta
  • can. = canonico
  • co. = conte
  • d. = don
  • FM = laurea in filosofia e medicina
  • FT = laurea in filosofia e teologia
  • FTUI = laurea in filosofia, teologia, diritto civile e canonico
  • M = laurea in medicina
  • nob. = nobile
  • parr. = parroco
  • prev. = prevosto
  • T = teologia
  • UI = laurea in diritto civile e canonico

 

1 - 06/07/1730 Pietro Romiti di Torre San Marco, UI (c. 5), alunno del collegio Nolfi
2 - 11/12/1730 Paolo Torri di Gubbio, UI (c. 5v), alunno del collegio Nolfi; membro del collegio dei dottori in UI
3 - 13/06/1731 nob. Carlo Falcucci di Gubbbio, UI (c. 6)
4 - 19/07/1731 Giuseppe Magini di Fano, UI (c. 6v)
5 - 28/04/1732 Gian Carlo Pizzi di Bologna, FM (c. 8v)
6 - 05/06/1732 Giovanni Antonio Sgardoni di Fano, UI (c. 9)
7 - 05/06/1732 nob. Filippo Bracci di Fano, UI (c. 9v), membro del collegio dei dottori in UI
8 - 23/06/1732 Filippo Bassi di Sant’Angelo in Vado, UI (c. 10)
9 - 23/06/1732 Paolo Didi di Pesaro, UI (c. 10)
10 - 01/07/1732 Giuseppe Ricci di Pesaro, FM (c. 10v)
11 - 03/07/1732 Domenico Magini di Fano, FM (c. 10v)
12 - 15/09/1732 can. Giovanni Battista Pichi di Sansepolcro (Arezzo), UI (c. 11)
13 - 01/12/1732 Antonio Minzioni Braussi di Pesaro, UI (c. 11)
14 - 12/09/1741 Giovanni Battista Magni di Vetralla (Viterbo), FM (c. 13v)
15 - 08/08/1742 Giuseppe Leonori, UI (c. 14)
16 - 02/03/1743 padre Tommaso Ferraccioli di Ascoli Piceno, FTUI (c. 15), prete della Congregazione dell’Oratorio
17 - 06/07/1743 Carlo Palazzi di Cartoceto, UI (c. 15)
18 - 17/07/1743 Mauro Foselli di Rimini, UI (c. 15)
19 - 30/07/1743 nob. Francesco Maria de Cuppis, di Fano, UI (c. 15v), membro del collegio dei dottori in UI
20 - 07/08/1743 Francesco Maria Tilli Ottaviani, UI (c. 15v)
21 - 12/08/1743 Gaetano Bonaventura Zacchi di Fossombrone, UI (c. 15v)
22 - 13/08/1743 Domenico Giuseppe Martirelli di Fano, UI (c. 15v)
23 - 28/09/1743 Ludovico Centauri, UI (c. 15v), membro del collegio dei dottori in medicina
24 - 01/02/1744 Antonio Benedetti di Sant’Angelo in Vado, UI (c. 16)
25 - 28/03/1744 Francesco Mercuri, UI (c. 16), convittore del collegio Nolfi
26 - 17/10/1744 can. Giovanni Bentivegni di Rimini, UI (c. 16)
27 - 17/10/1744 Girolamo Bentivegni di Rimini, UI (c. 16)
28 - 15/03/1745 nob. Michel Angiolo Boni di Cagli, UI (c. 16v)
29 - 23/04/1745 Eugenio Achilli di Pesaro, UI (c. 16v), membro del collegio dei dottori in UI
30 - 23/06/1745 Camillo Gregorini di San Giorgio, UI (c. 17)
31 - 23/06/1745 Giovanni Lutrecchi di Fano, UI (c. 17)
32 - 31/08/1745 co. Galasso Beni di Gubbio, UI (c. 17v)
33 - 07/02/1746 nob. Giuseppe Fontana di Terracina (Latina), UI (c. 17v)
34 - 07/03/1746 Girolamo Borgogelli, UI (c. 17v), membro del collegio dei dottori in UI
35 - 27/06/1747 Girolamo Eleonori (alias Leonori) di Monte San Vito, UI (c. 18)
36 - 28/06/1747 Francesco Maria Giorgi di Mombaroccio, (UI) (c. 18)
37 - 01/07/1747 Giulio Servigi di Mombaroccio, UI (c. 18v)
38 - 03/07/1747 Francesco Balsamina di Mondavio, FM (c. 18v)
39 - 31/07/1747 d. Niccolò Donzelli di Polverigi, UI (c. 19)
40 - 02/08/1747 Francesco Abbondanzieri di Roccacontrada (od. Arcevia), UI (c. 19)
41 - 16/08/1748 Giuseppe Lodovichetti di Savignano (Rimini), UI (c. 19v)
42 - 10/09/1748 Giovanni Paolo Angelini, FM (c. 19v)
43 - 12/10/1748 Costantino Ferraresi di Fano, FM (c. 20)
44 - 21/11/1748 Giuseppe Maria Rinaldo Bartolotti di Fermo, UI (c. 20)
45 - 01/12/1748 Giovanni Francesco Morelli di Fermo, FM (c. 20v)
46 - 03/12/1748 can. Paolo Galavotti di Senigallia, UI (c. 20v), il giorno 1.1.1750 si laurea anche in FT; membro del collegio dei dottori in UI
47 - 29/05/1749 can. Luzio Lanucci di Mondavio, UI (c. 20v)
48 - 02/07/1749 Domenico Cecchini, (c. 21)
49 - 08/07/1749 nob. Angelo Ghirelli di Sant’Angelo in Vado, UI (c. 21)
50 - 08/07/1749 Mattia Francesco Mattei di Torricella, UI (c. 21)
51 - 08/11/1749 Domenico Bettini di Fano, FM (c. 21)
52 - 20/01/1750 Filippo Mazza di Orciano di Pesaro, UI (c. 21v)
53 - 24/04/1750 Girolamo Tesei, UI (c. 21v), convittore del Collegio Nolfi
54 - 29/06/1750 Giuseppe Polidori di Barbara, FM (c. 22)
55 - 19/07/1750 Francesco Vianelli di Palermo, UI (c. 22)
56 - 1750 co. Giuseppe Beni di Gubbio, UI (c. 22v), si laurea nel 1750 dopo Francesco Vianelli
57 - 1750 Francesco Gaetano Viola di Caluppo, UI (c. 22v), si laurea nel 1750 dopo Giuseppe Beni
58 - 30/10/1750 Giambattista Gherardi di San Lorenzo in Campo, UI (c. 23)
59 - 19/11/1750 co. arcidiac. Antonio Paoli di Pesaro, UI (c. 23)
60 - 04/02/1751 Giuseppe Grossi di Mondolfo, FM (c. 23v)
61 - 09/03/1751 Andrea Cattabeni di Saltara, UI (c. 23v)
62 - 17/04/1751 Sebastiano Ricci di Fano, FM (c. 23v)
63 - 22/04/1751 Francesco Colelli di Morro di Iesi, UI (c. 24)
64 - 25/04/1751 Aldobrando Scardoni, UI (c. 25)
65 - 06/05/1751 Giuseppe Orlandini di Cantiano, UI (c. 24)
66 - 25/06/1751 Giovanni Ottaviani di San Giorgio, FM (c. 24v)
67 - 02/08/1751 Carlo Procaccini di Monte San Vito, UI (c. 24v), convittore del Collegio Nolfi
68 - 18/09/1751 Giuseppe Paoli di Fano, FM (c. 25), convittore del Collegio Nolfi
69 - 09/11/1751 Gasparo de Cuppis, UI (c. 25v), il giorno 11.11.1751 si laurea anche in FT; membro del collegio dei dottori in UI e del collegio dei dottori di FT
70 - 24/11/1751 Saverio Marini di Pesaro, FTUI (c. 26)
71 - 05/02/1752 co. Giuseppe Lavini di San Severino, FTUI (c. 26), membro del collegio dei dottori in UI e del collegio dei dottori di FT
72 - 01/06/1752 Laurenti di Mondolfo, (c. 26)
73 - 04/07/1752 Giambattista Angeli di Barchi, UI (c. 26)
74 - 11/07/1752 Ludovico Lenti, UI (c. 26v)
75 - 24/11/1752 Francesco Passeri di Pesaro, UI (c. 26v)
76 - 21/05/1753 nob. Giuseppe Corbelli di Fano, UI (c. 27), membro del collegio dei dottori in UI
77 - 02/06/1753 nob. Francesco Modesti Gasparoli di Fano, UI (c. 27), membro del collegio dei dottori in UI
78 - 04/06/1753 Giacomo Sagretti di Fermo, UI (c. 27v)
79 - 20/06/1753 ab. Andrea Tassini della Rep. San Marino, FTUI (c. 27v)
80 - 28/06/1753 ab. Cherubino Alessandrini Colranz di Fano, UI (c. 28)
81 - 18/12/1753 Francesco Pasqualini (alias Pasqualucci) di Mombaroccio, FM (c. 28v)
82 - 23/04/1754 Giuseppe Evangelisti di Barchi, UI (c. 28v)
83 - 22/06/1754 Giulio Cesare Giorgi di Orciano di Pesaro, UI (c. 29)
84 - 11/10/1754 can. Ludovico Buonclerici (alias Bonclerici) di Cagli, UI (c. 29v)
85 - 19/12/1754 nob. Giacomo de’ Bono di Fiume, UI (c. 29v)
86 - 23/12/1754 parr. Marco Brunetti di (Fano), UI (c. 30), parroco di San Cristoforo; membro del collegio dei dottori in UI
87 - 09/05/1755 can. Pasquale Mancini di Sant’Angelo in Vado, UI (c. 30)
88 - 26/06/1755 Giuseppe Romiti di Barchi, UI (c. 30v)
89 - 06/07/1755 Domenico Pascucci di San Costanzo (Fano), UI (c. 31)
90 - 18/07/1755 d. Carlo Ercole Ercolani di Castel Fenile (Cagli), UI (c. 31)
91 - 18/07/1755 Giovanni Mei di San Costanzo (Fano), FT (c. 31v)
92 - 15/12/1755 Carlo Baldini di Fano, UI (c. 31v)
93 - 1756 Tiberio Costantini, UI (c. 32)
94 - 19/02/1757 ab. Giuseppe Coradini di Urbino, UI (c. 32)
95 - 19/02/1757 ab. Cassiano Rosini di Mondolfo, UI (c. 32)
96 - 09/05/1757 Andrea Baruzzi della dioc. di Faenza, FM (c. 32v)
97 - 25/06/1757 ab. Luigi Nicola Torre di Napoli, UI (c. 33)
98 - 06/07/1757 Tommaso Rivelli di Fano, UI (c. 33)
99 - 06/08/1757 Orazio Gerunzi di Pesaro, UI (c. 33v)
100 - 13/09/1757 can. Saverio Santoni di Fano, T (c. 33v)
101 - 18/11/1757 Girolamo Benedetto Angelini di Fano, FM (c. 34)
102 - 05/01/1758 nob. Antonio Corbelli di Fano, UI (c. 34), membro del collegio dei dottori in UI
103 - 11/10/1758 Domenico Garulli di Cagli, UI (c. 34v)
104 - 19/05/1759 Agostino Giacomini di Ripe, UI (c. 35)
105 - 21/06/1759 Andrea Smeraldi di Cagli, UI (c. 35)
106 - 23/07/1759 Antonio Mei di Belvedere (Senigallia), UI (c. 35v)
107 - 22/03/1760 Ubaldo Fronzi di San Costanzo (Fano), UI (c. 35v)
108 - 14/06/1760 co. Raffaello Porcelli di Carbonana, UI (c. 36), patr. di Gubbio
109 - 18/12/1760 Domenico Antonio Pandolfi di Cartoceto, UI (c. 36), cittadino di Pesaro
110 - 04/07/1762 Carlo Imperatori di Roccacontrada (od. Arcevia), UI (c. 37)
111 - 04/07/1762 d. Aldebrando Rabascini di Isola di Fano, FTUI (c. 37)
112 - 04/07/1762 Francesco Anselmi di Roccacontrada (od. Arcevia), UI (c. 37)
113 - 23/07/1762 Marcello Sbrozzi di Orciano di Pesaro, UI (c. 37v)
114 - 23/09/1762 Pietro Bianchi di Gubbio, UI (c. 38)
115 - 23/10/1762 Carlo Ceccarini di Roma, UI (c. 38)
116 - 14/04/1763 co. ab. Luigi Radicati Cocconati di Casale Monferrato, UI (c. 38v)
117 - 27/05/1763 d. Alessandro Alessandrini di Mondolfo, FT (c. 38v), arciprete di Mondolfo
118 - 17/09/1763 Niccolò Pandolfi di Cartoceto, UI (c. 39)
119 - 15/12/1763 Giuseppe Lombardi di San Costanzo (Fano), FM (c. 39v)
120 - 09/01/1764 d. Filippo Morganti di Fano, FT (c. 39v), parr. della chiesa di San Tommaso di Fano; il giorno seguente si laurea anche in UI (c. 40); membro del collegio dei dottori in UI
121 - 04/04/1764 d. Giovanni Rondini di Fano, FT (c. 40v), parr. della chiesa di San Cristoforo di Fano; il giorno seguente si laurea anche in UI; membro del collegio dei dottori in UI
122 - 28/04/1764 d. Domenico Magini, UI (c. 41)
123 - 28/04/1764 Giovanni Battista Pierpaoli, UI (c. 41)
124 - 28/06/1764 Filippo Bellini di Fano, UI (c. 41)
125 - 04/07/1764 Vincenzo Enrici di Barchi, UI (c. 41v)
126 - 04/07/1764 Giulio Alini di Fano, UI (c. 41v)
127 - 25/09/1764 d. Giovanni Battista Celli di Mondavio, UI (c. 42), arciprete della collegiatadi Mondavio
128 - 10/04/1765 d. Domenico Acchilli di Pesaro, FT (c. 42v), il giorno seguente si laurea anche in UI (c. 43); membro del collegio dei dottori in UI
129 - 04/09/1765 nob. Giuseppe Francaducci di Pergola, UI (c. 43v)
130 - 04/12/1765 Baldassarre Pandini di Fano, UI (c. 44), Il giorno 6.12.1765 si laurea anche in FT (c. 45)
131 - 28/03/1767 Giovanni Francesco Palazzi di Cartoceto, UI (c. 46)
132 - 31/03/1767 nob. Terenzo Agostini di Cagli, UI (c. 46v)
133 - 27/04/1767 Domenico Bajardi di Urbania, UI (c. 47v)
134 - 21/11/1767 Settimio Galucci di Mondolfo, UI (c. 48v)
135 - 11/02/1768 can. Silvio Morandi di Siena, UI (c. 49), can. penitenziere di Fossombrone
136 - 06/06/1768 Francesco Paolo Bedinelli, FM (c. 50)
137 - 20/09/1768 Gaetano Fuselli di San Costanzo (Fano), UI (c. 51)
138 - 02/03/1769 co. Ridolfo di Montevecchio, UI (c. 52)
139 - 30/05/1769 d. Paolo Antonio Agosti Zamperoli di Cagli, UI (c. 53)
140 - 28/07/1769 d. Domenico Caligari di Pesaro, FT (c. 54), can. penitenziere di Pesaro
141 - 05/03/1770 d. Cesare Rabascini di Isola di Fano, FTUI (c. 55)
142 - 15/03/1770 can. Monti di Orciano di Pesaro, (c. 56)
143 - 28/03/1770 Felice Fronzi di San Costanzo (Fano), UI (c. 55)
144 - 05/09/1770 d. Nicola Alessandri di Corinaldo, UI (c. 55v)
145 - 07/11/1770 d. Giuseppe Baldazzi di Orciano di Pesaro, FT (c. 56), can. penitenziere d’Orciano
146 - 08/02/1771 can. Barbarancia di Fano, UI (c. 56v), can. penitenziere; membro del collegio dei dottori in UI
147 - 15/07/1772 nob. Eustachio Betti di Orciano di Pesaro, (c. 56v)
148 - 21/12/1772 nob. Luigi Pandolfi di Cartoceto, (c. 57)
149 - 16/04/1773 Ranzi di Pesaro, (c. 57)
150 - 08/10/1773 Antonio Mariani di Roncitelli, M (c. 57v)
151 - 24/11/1773 can. nob. Girolamo Grossi di Senigallia, UI (c. 57v)
152 - 12/01/1774 can. nob. Francesco Alessandrini di Fano, UI (c. 58)
153 - 06/07/1774 ab. Giuseppe Monti di Orciano di Pesaro, UI (c. 58), alunno del collegio Nolfi
154 - 06/07/1774 d. Camillo Biagetti di Orciano di Pesaro, UI (c. 58), arciprete di San Casciano a Pesaro
155 - 31/10/1774 ab. Carlo Melchiorri di Castelleone, UI (c. 58v)
156 - 18/11/1774 ab. Pietro Fradelloni di Mombaroccio, UI (c. 58v)
157 - 06/04/1775 ab. Francesco Maria Massa di Senigallia, FM (c. 59)
158 - 09/10/1775 Luigi Petrini di San Costanzo (Fano), FM (c. 59), oriundo di Gubbio; membro del collegio dei dottori in medicina
159 - 09/03/1776 can. Carlo Ceccarini di Fano, FT (c. 60), can. teologo
160 - 06/08/1776 Giuseppe Masi di Pesaro, UI (c. 59v)
161 - 05/09/1776 Giovanni Lombardini di Fano, UI (c. 59v)
162 - 13/09/1776 Giuseppe Gambelli di Montalboddo, FM (c. 60)
163 - 13/09/1776 Stanislao Fedeli di Fermo, FM (c. 60)
164 - 19/04/1777 Giulio Cesare Giorgetti di Senigallia, UI (c. 60)
165 - 05/07/1777 Innocenzo Masini di Mombaroccio, UI (c. 60v)
166 - 06/09/1777 Giovanni Coraucci di Senigallia, FM (c. 60v), membro del collegio dei dottori in medicina
167 - 30/10/1777 Giuseppe Trebbi di Fano, FM (c. 60v), membro del collegio dei dottori in medicina
168 - 19/11/1777 can. Gaetano Tesei di Fossombrone, UI (c. 61)
169 - 21/02/1778 can. Cristoforo Savelli, FTUI (c. 61), teologo della cattedrale di Senigallia
170 - 16/06/1778 Vincenzo Pandolfi, FM (c. 61v), già alunno del collegio Nolfi
171 - 14/07/1778 can. Antonio Stramigioli di Pesaro, UI (c. 61), can. penitenziere di Pesaro
172 - 06/07/1779 Francesco Clementi di San Giorgio, UI (c. 62), alunno del collegio Nolfi
173 - 27/11/1779 arciprete Antonio Marioni di Cantiano, UI (c. 61v)
174 - 28/01/1780 co. can. Andrea Mastai Ferretti di Senigallia, UI (c. 62), “... con sommo applauso de’ signori dottori e a viva voce contro il consueto fu proclamato degno di tale onore, e fu il detto giorno laureato…”
175 - 20/06/1780 Atanasio Onofri di Morro di Iesi, UI (c. 62)
176 - 05/07/1780 Francesco Guardinucci di Fano, UI (c. 62v), alunno del collegio Nolfi; membro del collegio dei dottori in UI
177 - 17/10/1780 prev. Giuseppe Lotrecchi di Fano, UI (c. 62v), prev. della cattedrale di Fano
178 - 26/10/1780 can. Gian Andrea Ghirlanda di Pesaro, FTUI (c. 62v), can. teologo della cattedrale di Pesaro
179 - 10/03/1781 patr. ab. Federico Paitelli di Sant’Angelo in Vado, UI (c. 63)
180 - 01/09/1781 patr. ab. Girolamo Paitelli di Sant’Angelo in Vado, UI (c. 63)
181 - 17/11/1781 ab. Andrea Buranelli di Ancona, UI (c. 63v)
182 - 30/04/1782 Giovanni Bettini di Fano, FM (c. 63v)
183 - 11/06/1782 Antonio Franceschi di Modena, FM (c. 64), oriundo di Brisighella; membro del collegio dei dottori in medicina
184 - 26/06/1782 Luigi Palmieri di Barchi, UI (c. 64), alunno del collegio Nolfi
185 - 21/02/1783 ab. Giambattista Lazzari di Macerata Feltria, UI (c. 64v)
186 - 07/06/1783 ab. Teofilo Betti di Orciano di Pesaro, UI (c. 64v)
187 - 21/06/1783 d. Bernardino Potaioli di Cartoceto, UI (c. 65), “professore di umane lettere in questa Università Nolfi”; membro del collegio dei dottori in UI
188 - 12/11/1783 d. Bartolomeo Agostinelli di Piagge, FT (c. 65), arcidiac. di Cartoceto
189 - 26/11/1783 Giovanni Bocchini di Orciano di Pesaro, FM (c. 65v)
190 - 07/08/1784 Giuseppe Tombini di Barbara, FM (c. 65v)
191 - 07/09/1784 Luigi Viali di Fano, FM (c. 66), membro del collegio dei dottori in medicina
192 - 03/06/1785 Vincenzo Zacconi di Pesaro, UI (c. 66)
193 - 17/09/1785 Antonio Ricci di Montemaggiore al Metauro, FM (c. 66v)
194 - 11/10/1785 nob. Luigi Bravi di Ancona, UI (c. 66v)
195 - 26/10/1785 Filippo Tombari di Fano, FM (c. 67), membro del collegio dei dottori in medicina
196 - 10/02/1786 ab. Giambattista Barbanti di Pesaro, UI (c. 67)
197 - 03/06/1786 d. Antonio Secondi di Mondavio, UI (c. 67v), arciprete della collegiata di Mondavio
198 - 19/08/1786 d. Girolamo Menghini di Orciano di Pesaro, UI (c. 67v), prev. della collegiata di Orciano della diocesi di Fano
199 - 22/08/1786 Giambattista Benedetti di Città di Castello (Perugia), FM (c. 68)
200 - 31/10/1786 nob. Giuseppe Lotrecchi di Fano, UI (c. 68), membro del collegio dei dottori UI
201 - 27/06/1787 Luzio Evangelisti di Barchi, UI (c. 68v), alunno del collegio Nolfi
202 - 06/07/1787 Taddeo Palazzi di Serra de’ Conti, FM (c. 68v), alunno del collegio Nolfi
203 - 24/07/1787 Luigi Magnini di Fano, FM (c. 69)
204 - 14/08/1787 chierico Gioacchino Serra di Pesaro, FTUI (c. 69)
205 - 03/06/1788 Lorenzo Agostini di Cartoceto, UI (c. 69v), alunno del collegio Nolfi
206 - 05/02/1789 Vincenzo Serra di Bologna, FM (c. 69v)
207 - 15/07/1789 can. Giuseppe Motta, UI (c. 70), can. teologo della cattedrale di Sant’Angelo in Vado, ex gesuita portoghese
208 - 18/08/1789 Francesco Alessandri di Colbordolo di Urbino, FM (c. 70), membro del collegio dei dottori in medicina
209 - 11/02/1790 d. Antonio Giuseppe Brolzer di Fossombrone, UI (c. 70v)
210 - 11/03/1790 Giuseppe Paoloni di Fossombrone, UI (c. 70v), pubblico notaio della città di Fano
211 - 19/06/1790 Pietro Petrini di Monte Giberto (Fermo), UI (c. 71)
212 - 22/06/1790 Pompeo Franceschi di Matelica, FM (c. 71), “nativo di Matelica ed oriundo modenese”; membro del collegio dei dottori in medicina
213 - 06/07/1790 Camillo Ravagli di Cartoceto, UI (c. 71v), alunno del collegio Nolfi
214 - 27/10/1790 Pietro Morganti di Fano, FM (c. 71v), membro del collegio dei dottori in medicina
215 - 25/01/1791 Luigi Antonio Giorgi di Pesaro, UI (c. 72)
216 - 26/01/1791 Antonio Trebbi di Fano, FM (c. 72), membro del collegio dei dottori in medicina
217 - 26/01/1791 Pietro Moretti di Iesi, FM (c. 72v)
218 - 30/06/1792 Luigi Ferretti di San Costanzo (Fano), UI (c. 73), alunno del collegio Nolfi; fu il primo a richiedere ed a ottenere la laurea d’onore in UI
219 - 31/08/1792 Domenico Giacomini di Città di Castello (Perugia), FM (c. 73)
220 - 12/12/1793 d. Antonio Poggioli, Manresa (Spagna), UI (c. 73v), ex- gesuita, prev. della Collegiata di Orciano, diocesi di Fano
221 - 21/06/1794 nob. Filippo Palazzi di Cartoceto, UI (c. 74), alunno del collegio Nolfi
222 - 15/07/1795 Gioacchino Valenti di Force, UI (c. 74)
223 - 23/10/1795 Francesco Fantini di Fano, FM (c. 74v)
224 - 24/10/1795 d. Ignazio Duran di Cartagena (Colombia), FM (c. 75), ex- gesuita; membro del collegio dei dottori in medicina
225 - 17/09/1796 d. Antonio Forchielli di Mondavio, UI (c. 75), can. penitenziere di Mondavio
226 - 29/02/1800 Giacomo Balsamini di Rimini, FM (c. 75v)
227 - 15/03/1800 Luigi Andreani di Gradara (Pesaro), UI (c. 76)
228 - 31/07/1800 Apollonio Maggi di San Giusto, FM (c. 76v)
229 - 21/08/1800 Giacomo Tranquilli di Fano, FM (c. 76v)
230 - 20/05/1801 arciprete Natale Ricci di Mondolfo, UI (c. 77)
231 - 20/05/1801 Giacomo Fabbri di Mondolfo, UI (c. 77)
232 - 02/09/1801 can. Saverio Politi di Barbara, UI (c. 77v), can. teologo della collegiata di Montalboddo
233 - 06/03/1802 Deodato Rosa di Mondolfo, UI (c. 78)
234 - 31/08/1802 nob. Federico Guiducci di Saltara, FM (c. 78), nob. di Urbino
235 - 07/05/1803 ab. Michele Lanci di Fano, FT (c. 78v), il 13.7.1804 si laurea anche in UI (c. 81); membro del collegio dei dottori in UI
236 - 07/07/1803 Sante Ridolfi di Montemaggiore al Metauro, FM (c. 79)
237 - 12/08/1803 Francesco Servigi di Mombaroccio, UI (c. 79v)
238 - 12/08/1803 Giulio Cesare Servigi di Mombaroccio, UI (c. 79v)
239 - 23/08/1803 Emidio Ragnetti di Sant’Andrea delle Fratte, UI (c. 80)
240 - 13/12/1803 Robustiano Zaffini di Montemaggiore al Metauro, FM (c. 80v)
241 - 13/12/1803 Claudio Agostini di Cartoceto, FM (c. 80v)
242 - 13/07/1804 co. Giacomo de Cuppis di Fano, UI (c. 81), membro del collegio dei dottori in UI
243 - 13/07/1804 chierico Domenico Montanari di Fano, UI (c. 81), membro del collegio dei dottori in UI
244 - 28/08/1804 can. Carlo Santini di Tolentino, UI (c. 81v)
245 - 31/08/1804 can. Nicola Bellini di Fano, UI (c. 82), “... invitato e chiamato pel suo ben noto distinto merito e dottrina … a prendere la laurea detta di onore in utroque iure”, membro del Collegio dei dottori in UI
246 - 30/10/1804 Antonio Petrini di San Costanzo (Fano), FM (c. 83)
247 - 30/10/1804 Vincenzo Petrini di San Costanzo (Fano), FM (c. 83)
248 - 30/10/1804 Bartolomeo Falconi di Spoleto, FM (c. 83)
249 - 30/10/1804 Francesco Antonio Valori di Stroncone (Narni), FM (c. 83)
250 - 30/10/1804 Francesco Leonardi di Fano, FM (c. 83)
251 - 27/11/1804 Camillo Ricci di Mogliano (Fermo), FM (c. 83)
252 - 27/11/1804 Antonio Fradelloni di Fano, FM (c. 83)
253 - 09/05/1805 Gaetano Maggi di Montelupone, FM (c. 83v)
254 - 26/11/1805 d. Vincenzo Mazza di Orciano di Pesaro, FT (c. 84)
255 - 11/02/1806 Leopoldo Pichi di Pesaro, FM (c. 84v)
256 - 29/03/1806 nob. d. Francesco Palazzi di Fano, UI (c. 85), prev. della cattedrale di Fano; membro del collegio dei dottori in UI
257 - 01/08/1806 d. Alessandro Guiducci di Saltara, UI (c. 85), prev. della collegiata di Orciano
258 - - 12/05/1807 Francesco Paolo Brollini di San Costanzo (Fano), UI (c. 85v), nativo di San Costanzo e oriundo di Pergola
259 - 07/12/1814 Giuseppe Pratili di Nettuno (Roma), FM (c. 86), nativo Roccagorga, oriundo di Nettuno
260 - 11/03/1815 Francesco Giardinieri di Osimo, UI (c. 86)
261 - 09/10/1815 Raffaele Moraschini di San Ginesio, FM (c. 86v)
262 - 09/10/1815 Luigi Marchetti di Camerino, FM (c. 86v)
263 - 09/10/1815 Vittorio Trebbi di Fano, FM (c. 86v)
264 - 09/10/1815 Francesco Doncecchi di Camerino, UI (c. 87)
265 - 20/10/1815 rev. Nicola Cattinelli di Tolentino, UI (c. 87v), arcidiac. della cattedrale di Tolentino
266 - 25/11/1815 d. Francesco Vargas di Fano, UI (c. 88), membro del collegio dei dottori in UI
267 - 29/11/1815 Giovanni Gaggi di Fano, FM (c. 88v), membro del collegio dei dottori in medicina
268 - 20/12/1815 can. rev. Paterniano Fanelli, FT (c. 89), teologo coadiutore della chiesa cattedrale di Fano; membro del collegio dei dottori in FT
269 - 30/12/1815 Pacifico Gabrielli di Fano, UI (c. 89v), membro del collegio dei dottori in UI
270 - 23/01/1816 Giovanni Gili di Fano, UI (c. 90)
271 - 23/01/1816 Giuseppe Donini di Sorbolongo (Fossombrone), UI (c. 90)
272 - 27/01/1816 Giulio Delvecchio di Fano, UI (c. 90v)
273 - 30/01/1816 Sebastiano Ceccarini di Fano, UI (c. 91)
274 - 01/02/1816 Fiore- Lino Lucentini di Monte Giberto (Fermo), FM (c. 91v)
275 - 05/02/1816 Angelo Giuliani di Camerino, UI (c. 92)
276 - 05/02/1816 Eusebio Guardarucci di Camerino, UI (c. 92)
277 - 14/02/1816 co. Mariano Billi, UI (c. 92v), can. della cattedrale di Fano e dottore in teologia; membro del collegio dei dottori in UI
278 - 29/02/1816 co. Rinaldo di Montevecchio di Fano, UI (c. 93), membro del collegio dei dottori in UI
279 - 29/02/1816 Bartolomeo Ottaviani di San Giorgio, UI (c. 93)
280 - 29/04/1816 Luigi Prosperi di Castello di S. Benedetto, FM (c. 93v)
281 - 02/05/1816 Andrea Carnaroli di Mondavio, UI (c. 94), oriundo di Mondavio e residente a Iesi
282 - 10/06/1816 Benedetto Catalini di Ponzano di Fermo, FM (c. 94v)
283 - 10/06/1816 Filippo Marini Muccioli di Pesaro, FM (c. 94v)
284 - 29/07/1816 d. Luigi Marinelli di Ancona, UI (c. 95v), prev. della collegiata d’Ancona
285 - 29/07/1816 d. Costanzo Gigliucci di Montefano, UI (c. 95v), prev. della collegiata di Montefano
286 - 29/07/1816 Alessandro Cinti di Ancona, UI (c. 95v)
287 - 29/07/1816 Erminio Masini di Mombaroccio, UI (c. 95v)
288 - 10/08/1816 Bernardo Pantanetti di Civitanova Marche, UI (c. 96)
289 - 10/08/1816 Niccolò Zecchini di Camerino, UI (c. 96)
290 - 26/08/1816 Valentino Valentini di San Severino, UI (c. 96v)
291 - 26/08/1816 Alessandro Sfrappini di San Severino Marche, UI (c. 96v)
292 - 26/08/1816 Giovanni Camillini di Morro di Iesi, UI (c. 96v)
293 - 29/08/1816 d. Filippo Appignanesi di Cingoli, UI (c. 97), can. della cattedrale di Cingoli; lo stesso giorno si laurea anche in FT
294 - 28/09/1816 Angelo Savelli di Senigallia, UI (c. 98)
295 - 18/03/1817 co. arcidiac. Francesco Pichi di Ancona, UI (c. 98v), patr. d’Ancona; nipote di papa Pio VII per parte di madre
296 - 16/04/1817 Antonio Fiori di Fermo, UI (c. 99), governatore di Monteleone (Cesena)
297 - 05/05/1817 Agostino Gasperoni di Cesena, FM (c. 99v)
298 - 22/05/1817 Lorenzo Musilli di Sonnino (Latina), UI (c. 100), governatore di San Costanzo della diocesi di Fano
299 - 26/05/1817 Giambattista Marchesini di Iesi, UI (c. 100v), presidente del tribunale di prima istanza di Ancona
300 - 27/06/1817 Pietro Capretti di Massignano (Fermo), UI (c. 101), governatore di Ginepreto della diocesi di Pesaro
301 - 02/08/1817 can. Arcangelo Perfetti di Pesaro, UI (c. 101v), can. della cattedrale di Pesaro
302 - 07/08/1817 Giuseppe Nastasini di Sant’Agata Feltria, UI (c. 102), governatore di Monteleone della diocesi di Fermo
303 - 13/09/1817 rev. Francesco Melchiorri di Pesaro, UI (c. 102v)
304 - 24/10/1817 nob. Michele Ruggieri di Porto San Giorgio, UI (c. 103), governatore di Mondolfo
305 - 24/01/1818 Giacinto De Nobili di Petriolo (Fermo), UI (c. 103v)
306 - 31/01/1818 Fortunato Ceccarini di Fano, UI (c. 104)
307 - 31/01/1818 Gaetano Cuppini di Recanati, FM (c. 104v)
308 - 17/12/1818 Giambattista Frias di Roma, FM (c. 105)
309 - 17/12/1818 Carlo Leoni di Massaccio (od. Cupramontana), FM (c. 105)
310 - 19/12/1818 Francesco Saverio Monticelli di Città di Castello (Perugia), FM (c. 105v)
311 - 19/12/1818 Giuseppe Maria Mannoni di Massa (Todi), FM (c. 105v)
312 - 14/01/1819 Lorenzo Giordani di Recanati, FM (c. 106)
313 - 25/05/1819 Claudio Morini di Alatri (Frosinone), FM (c. 106v)
314 - 05/08/1819 Lodogario Persico di Crema (Cremona), FM (c. 107), membro del collegio dei dottori in medicina
315 - 23/11/1819 Giuseppe Antonio Core di Fossano (Albi - Piemonte), FM (c. 107v)
316 - 26/02/1820 Ignazio Sebastiani di Riofreddo (Roma), FM (c. 108)
317 - 18/03/1820 Pietro Modesti di Roma, FM (c. 108v), chirurgo comprimario d’Ancona
318 - 18/03/1820 Roberto Trasarti di Ancona, FM (c. 108v)
319 - 02/09/1820 can. Filippo Mucci, UI (c. 109v), can. penitenziere della cattedrale di Ancona
320 - 02/09/1820 d. Domenico Allessandrini di Ancona, UI (c. 109v), prev. della collegiata di Santa Maria e di San Rocco
321 - 02/09/1820 can. Gaetano Baluffi di Ancona, UI (c. 109v), can. coadiutore della cattedrale di Ancona
322 - 02/09/1820 can. Girolamo Nudi di Ancona, UI (c. 109v), can. coadiutore della collegiata di Ancona
323 - 05/09/1820 Francesco Pignotti di Camerino, FM (c. 110v)
324 - 05/09/1820 Lorenzo Ferrieri di Fano, FM (c. 110v), membro del collegio dei dottori in medicina
325 - 05/09/1820 Vincenzo Ferretti di San Costanzo (Fano), FM (c. 110v)
326 - 05/09/1820 Antonio Ricci di Fano, FM (c. 110v)
327 - 10/10/1820 can. Mariano Bartocci di Sant’Anatolia, UI (c. 111), can. della collegiata di Sant’Anatolia arcidiocesi di Camerino
328 - 11/01/1821 Giuseppe Lorenzini della Toscana, FM (c. 111v)
329 - 11/04/1821 Vincenzo Ribustini di Sant’Elpidio a Mare, FM (c. 112)
330 - 04/05/1821 Giuseppe Benincasa di Città di Castello (Perugia), FM (c. 112v)
331 - 08/05/1821 Giuseppe Facchini di Lugo (Ravenna), FM (c. 113)
332 - 08/08/1821 Gaspare Cenni di Valsenio (Imola), UI (c. 113v)
333 - 27/10/1821 Antonio Mici di Mondavio, FM (c. 114), membro del collegio dei dottori in medicina
334 - 16/11/1821 Francesco Zamboni di Cesena, FM (c. 114v)
335 - 21/11/1821 Vincenzo Torricelli di Meldola (Forlì), UI (c. 115)
336 - 30/07/1822 Alessandro Boni di Città di Castello (Perugia), UI (c. 115v)
337 - 01/08/1822 d. Gioacchino Turci di Bertinoro (Forlì), UI (c. 116), parr. di Bertinoro
338 - 04/09/1822 co. can. Prospero Pichi di Ancona, UI (c. 116v), nipote di papa Pio VII per parte di madre; can. della cattedrale di Ancona
339 - 04/09/1822 Alessandro Grati di Ancona, UI (c. 116v), membro del collegio dei dottori in UI
340 - 25/09/1822 Giovanni Fabrizi di Città di Castello (Perugia), FM (c. 117)
341 - 29/10/1822 Luigi Preti di Bagnacavallo (Ravenna), FM (c. 117v), chirurgo condotto di Forlimpopoli
342 - 06/11/1822 Raffaele Giavaroli di Iesi, UI (c. 118)
343 - 28/11/1822 Pietro Righini di Firenzuola (Firenze), FM (c. 118v)
344 - 21/12/1822 Giovanni Nepomuceno Nannini di Imola, FM (c. 119)
345 - 04/03/1823 Biagio Cappelli, FM (c. 119v)
346 - 25/04/1823 nob. d. Benvenuto Benvenuti di Osimo, UI (c. 120), nob. di Osimo, Ancona e Iesi, arcidiac. della cattedrale di Osimo
347 - 25/04/1823 Gaetano Ceccarini di Urbino, FM (c. 120v)
348 - 21/06/1823 Pietro Pacioni di Montolmo (od. Corridonia), FM (c. 121)
349 - 06/08/1823 Carlo Bossi Manzoni, FM (c. 121v)
350 - 07/08/1823 Paolo Barilari di Pesaro, UI (c. 122), membro del collegio dei dottori in UI
351 - 12/08/1823 Giuseppe Giommi di Fano, FM (c. 122v)
352 - 18/09/1823 Domenico Lenci di Ancona, FM (c. 123v)
353 - 18/09/1823 Paolo Gramignani di Ancona, FM (c. 123v)
354 - 18/09/1823 Giuseppe Travisani di Ancona, FM (c. 123v)
355 - 18/09/1823 Serafino Candelari di Ancona, FM (c. 123v)
356 - 18/09/1823 Carlo Romani di Ancona, FM (c. 123v)
357 - 18/09/1823 Innocenzo Romagnoli di Ancona, FM (c. 123v)
358 - 18/09/1823 Andrea Maddalena di Ancona, FM (c. 123v)
359 - 18/09/1823 Camillo Olimpi di Montefano, FM (c. 123v)
360 - 25/02/1824 can. Andrea Romiti di Fossombrone, FT (c. 124), teologo della cattedrale di Fossombrone
361 - 16/03/1824 Gaetano Bartorelli di Montescudo (Rimini), UI (c. 124v)
362 - 23/03/1824 Domenico Catini di Grottazzolina (Fermo), FM (c. 125)
363 - 30/04/1824 Silvestro Betti di Urbino, FM (c. 125v)
364 - 04/05/1824 Francesco Diofebo di Roma, FM (c. 126)
365 - 07/09/1824 Antonio Ambrosi di Fano, FM (c. 127)
366 - 07/09/1824 Enrico Camerini di Fano, FM (c. 127)
367 - 07/09/1824 Francesco Federici di Fano, FM (c. 127)
368 - 07/09/1824 Agostino Ferretti di San Costanzo (Fano), FM (c. 127)

indice

 

inizio

 

©2007 CISUI - Centro Interuniversitario per la Storia delle Università Italiane
Via Galliera, 3 - 40121 Bologna - Casella Postale 82, 40134 Bologna-22
TEL: +39051224113 - FAX: +39051223826 - E-mail: annali@alma.unibo.it